285468936_401100918696352_8220246568468681857_n.jpg
  • 03 Giugno 2022
  • Tribano
Il Sindaco, Cavazzana Massimo sottolinea che: “Valutate le situazioni in essere, si è deciso di aiutare in maniera uniforme con i fondi nazionali le utenze domestiche riservando interventi mirati per le attività economiche che prevedono una riduzione suddivisa in base alla categoria merceologica:
  • Musei, biblioteche, scuole, Associazioni, locali annessi ai luoghi di culto 70%;
  • Autorimesse e magazzini senza alcuna vendita diretta 9,50%;
  • Esposizioni, autosaloni 10%;
  • Alberghi con ristorante 67%;
  • Uffici, agenzie, studi professionali 9,50%;
  • Negozi di abbigliamento, calzature, librerie, cartolerie, ferramenta, altri beni durevoli 30%;
  • Negozi di tende, tessuti, tappeti, cappelli, ombrelli e antiquariato 30%;
  • Attività artigianali tipo botteghe, parrucchiere, barbiere, estetista 66%;
  • Falegname, idraulico, fabbro, elettricista 10%;
  • Carrozzeria, autofficina, elettrauto 10%;
  • Attività industriali con capannoni di produzione 10%;
  • Attività artigianali di produzione beni specifici 10%;
  • Ristoranti, pizzerie, trattorie, osterie, pub 67%;
  • Mense, hamburgherie, birrerie, agriturismi 67%;
  • Bar, caffè, pasticcerie 67%;
  • Ortofrutta, pescherie, fiorerie e piante 50%;
  • Impianti sportivi, palestre 95%.
La riduzione permetterà, di fatto, di mantenere la tariffa inalterata per il 2022 per tutte le famiglie e dare respiro alle attività maggiormente colpite dal Covid”.

Condividi con noi le tue idee

Accetto l'informativa sulla privacy